Sport e Ipnosi Dinamica

gen 5, 2014 by

100_0226

SPORT E IPNOSI DINAMICA REGRESSIVA PER ESSERE VINCENTI 

I campioni non si fanno nelle palestre, i campioni si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione.

Muhammad Ali 

Per raggiungere i propri obbiettivi l’essere umano deve poter perseguire i propri Sogni in piena Libertà e in armonia con la propria Coscienza

 

La nuova frontiera per essere vincenti nello sport: l’ipnosi Dinamica!

L’Ipnosi Dinamica e le discipline analogiche ci rivelano il segreto fino ad oggi celato nell’inconscio.
Ciò che prima era oscuro ora è finalmente comprensibile e verificabile.
Dall’interpretazione dei sogni siamo arrivati oggi alla scoperta e la decodifica di un vero e proprio linguaggio dell’inconscio che viene espresso attraverso la comunicazione Analogica Non Verbale. Un codice attraverso il quale è possibile accedere alle cause profonde di vincoli e disagi che generano conflitti interiori e non ci permettono di raggiungere i nostri obbiettivi/sogni, per poi rimuoverli avvalendosi di un Negoziato con la propria parte emotiva.

- Quando sei in gara non raggiungi una performance di cui andar fiero

- Durante l’allenamento ottieni il massimo punteggio, ma le tue performance decadono       quando sei in gara

- Il tuo allenatore o coach ti dicono che hai tutti i numeri per essere vincente, ma tu non li sai utilizzare e potresti dare molto di più.

- Quando scendi in campo  le cose non vanno secondo le tue aspettative, ai momenti di paura o ansia detta da prestazione, oppure patisci il confronto, giudizio.

- Quante volte il calciatore a tirato rigori perfetti ma lo sbaglia nel momento più importante della sua carriera.

- Forse l’amarezza che provi ti spinge ad abbandonare la tua maggiore passione lo sport che ti piace

- Anche i campioni hanno momenti della loro carriera che non sono in piena performance sportiva ed entrano in un profondo sconforto, bisogna reagire!!!  .

Il segreto per migliorare la tua performance sportiva è fare che anche il tuo inconscio che è la tua forza interiore l’energia propulsiva della motivazione sia interessato, allineato allo stesso obbiettivo che Tu, quindi la tua parte logica, ha scelto.

Eppure esistono degli ostacoli a percorrere questa strada: sono dentro di noi. La Psicologia li chiama vincoli. Sono le catene che ci impediscono di essere ciò che vogliamo, di raggiungere i nostri obiettivi, di essere finalmente noi stessi.

Questi vincoli sono le paure con cui siamo cresciuti, ci sono state imposte involontariamente nella nostra infanzia, adolescenza dai genitori o da persone che abbiamo riconosciuto come significative.

Abbattere questi vincoli non è semplice, la nostra parte logica fa di tutto per nasconderli. Bisogna innanzitutto riconoscerli, ammetterli e poi affrontarli per essere liberi di vivere una vita soddisfacente.

Con questo metodo non si danno suggestioni o visualizzazioni vincenti all’atleta come già avviene di solito nello spogliatoio, ma si va a ricercare le cause nell‘inconscio che continuano a farti perdere, a commettere quel errore che si verifica solo nei momenti che per te sono i più importanti. Paure che ci assalgono proprio dove siamo più deboli. Non emergono quando non servono a rovinarci la vita. Ci illudono, così, di poter vivere e superare qualunque situazione.

Essi emergono per farci fallire nei nostri sogni, in pratica nelle cose più importanti.

Non basta la motivazione logica per superare gli ostacoli

Qualsiasi valida ed efficace procedura tendente a farci raggiungere i nostri obbiettivi nella vita, necessita di una motivazione analogica “inconscia” presente in noi più potente di qualsiasi motivazione logica.
Tale potenza può essere ottenuta solo se non c’è contrasto tra le due.  Nel caso in cui la motivazione inconscia sia in contrasto con quella logica, si amplificherà il conflitto interiore e la prima vincerà sempre sulla seconda, procurandoci insoddisfazioni, disagi, sconfitte.

E’ l’inconscio che governa i nostri stati emotivi, i nostri turbamenti, i nostri blocchi, il nostro comportamento, la nostra autorealizzazione, se essere vincenti o perdenti, la paura e il coraggio il benessere o il malessere dell’individuo.

La sfera inconscia non distingue il bene dal male. Accetta la sofferenza come la gioia ed è disposta a rimanere per anni in uno stato di dispiacere da cui trae, comunque, alimentazione emotiva, ma da noi vissuta come sofferenza.

Il benessere e l’armonia si raggiungono quando l’istanza logica riflessiva dell’individuo definita “io adulto” si trova in perfetto accordo con la propria istanza inconscia o analogica, definita “io bambino”. Ossia quando non sussistono forti conflitti tra istinto e ragione.

Se è il nostro inconscio a farci fallire, a metterci i bastoni fra le ruote, è altrettanto vero che può trasformarsi in un potentissimo alleato.

RISTRUTTURIAMO IL PASSATO PER AVERE UN FUTURO MIGLIORE 

L’ipnosi Dinamica Regressiva per sconfiggere il vincolo interiore che ti ostacola nel azione che non ti permette di essere vincente, per trasformare la paura in coraggio, fare che lo stress della gara si trasformi in forza per superare i momenti di difficoltà.

Attraverso una ristrutturazione intrapsichica dell’individuo, ritornare su quei conflitti vissuti nel periodo infantile/adolescenziale che si riattivano per coazione a ripetere quando per analogia eventi del presente riproducono emotivamente le stesse condizioni di relazioni frustranti o traumatiche del passato privando l’individuo del suo sogno, il futuro.

Le tecniche di regressione con l’ipnosi Dinamica permettono di rivivere e di rimuovere senza paure le esperienze relazionali traumatiche del passato che condizionano negativamente il presente.

Ricordando che se la causa dei nostri problemi non è nel presente certamente è nel passato.

L’ipnosi Dinamica regressiva è uno strumento di estrema efficacia perchè oltre a far raggiungere lo stato di ipnosi scavalcando i vincoli razionali, in quanto non usa la parola ma il linguaggio non verbale e il simbolismo analogico, permette di dialogare con la sfera emotiva della persona impostando così il Codice del SI e del NO.

Con questo metodo, il cliente stesso sarà in grado di orientare l’operatore verso la corretta identificazione della causa del proprio vincolo, da noi chiamato “l’antefatto” e di scoprire il periodo in cui si è verificato quel evento traumatico che è la causa delle inefficienze di oggi. Egli potrà ricordare fatti, eventi rimossi riportarli a coscienza cosi da ridurne gli effetti fino a cancellarli, riportarli definitivamente in superficie permettendo così alla razionalità di digerirli e disintegrarli nel loro contenuto di dolore, liberando l’atleta dai suoi blocchi emotivi che ostacolano l’azione in modo da poter raggiungere i suoi risultati.

Per maggiori info o consulenze contattare Valter Gentili psicologo ipnologo – coach analogico al     n. 334.320.97.96.

Torino via Martorelli Renato 21 / C

Il nostro sito www.emotivia.it

 

Related Posts

Tags

Share This

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi