Formazione in Ipnosi Dinamica

L’Istituto EMOTIVIA in collaborazione con la U.P.D.A.

Università Popolare delle Discipline Analogiche di Roma

è la SCUOLA DI IPNOSI DINAMICA di Torino

L’ipnosi Dinamica è anche sinonimo di coinvolgimento emotivo

L’ipnosi Dinamica prima di essere fenomenologia è un negoziato analogico con il proprio inconscio

L’ipnosi Dinamica è uno strumento di grande efficacia per sciogliere i nostri vincoli interiori

L’ipnosi Dinamica è l’ipnosi che ti permette di dialogare con la tua intelligenza Emotiva “l’inconscio”.

L’Ipnosi Dinamica e le discipline analogiche ci rivelano il segreto fino ad oggi celato nell’inconscio.
Ciò che prima era oscuro ora è finalmente comprensibile e verificabile. GStefano Benemeglio

 L’IPNOSI è un fenomeno psicosomatico che coinvolge cioè sia la dimensione fisica, sia la dimensione psicologica del soggetto. È una condizione particolare di funzionamento dell’individuo che gli consente di influire sulle proprie condizioni sia fisiche, sia psichiche e sia di comportamento.

 

Per Milton Hyland Erickson (1901-1980), il famoso psichiatra fondatore dell’ ipnosi moderna(non direttiva o Ericksoniana) l’ipnosi non è altro che una condizione naturale che si verifica spontaneamente in diversi momenti della vita quotidiana (Common everyday trance, Haley 1978) e che può essere indotta nel pieno rispetto delle esigenze e delle capacità della persona.

L’ipnosi è essenzialmente un metodo particolare di comunicazione: non attraverso la parola monotona o ripetitiva che sia, ne per mezzo dello sguardo o facendo fissare un pendolino che oscilla. l’ipnosi è l’uso consapevole o involontario di una comunicazione che ci mette a contatto diretto con la fonte di tutti i nostri problemi: la sfera inconscia.
L’IPNOSI DINAMICA: Anche la ricerca sull’ipnosi si è evoluta nel tempo e viene attuata secondo varie scuole di pensiero. Il nostro istituto oltre le altre metodologie, promuove l’Ipnosi Dinamica Benemegliana o Analogica o anche detta Non Verbale o Simbolica.

L’IPNOSI DINAMICA: è la nuova frontiera dell’ipnosi, in quanto esclude le suggestioni verbali che vengono usate nell’induzione dell’ipnosi tradizionale per abbassare la soglia di attenzione dell’Io razionale.
L’Ipnosi Dinamica, per indurre lo stato di ipnosi, usa la Comunicazione Analogica Non Verbale che, attraverso l’espressione di segni e gesti che rappresentano potenti archetipi simbolici, permette di comunicare con la sfera inconscia. Il soggetto interpreta emotivamente (analogicamente) i simboli espressi dall’operatore, il quale riesce così a superare la soglia logica della razionalità, inducendo lo stato ipnotico. In questo modo, l’Ipnosi Dinamica permette di entrare in comunicazione diretta con la parte emotiva/istintuale dell’individuo, riducendo notevolmente i tempi di induzione dell’ipnosi e dell’autoipnosi. Con questo sistema tutti sono ipnotizzabili.

La continua ricerca sulla comunicazione ha dimostrato come toccamenti, gesti, suoni, rumori, variazioni della distanza interpersonale siano messaggi strutturati secondo un codice definito “analogico”.

Quale veicolo migliore allora che usare proprio questi segnali non verbali per connetterci con l’inconscio? E’ questa la conclusione a cui è arrivato uno dei maggiori esperti italiani della materia lo psicologo Stefano Benemeglio che ha creato e divulgato il metodo dell’ipnosi Dinamica®. Peraltro, l’osservazione minuziosa delle interazioni quotidiane ha dato ragione a questa intuizione, fornendo una prova empirica di come gli scambi a livello di gesti, sguardi, contatti, ecc. siano in alcuni momenti accompagnati da chiari segni di trance ipnotica. Da qui, si è capito che l’impiego del comportamento non verbale è il modo più naturale ed efficace di indurre un’ipnosi.
I vantaggi di questo innovativo metodo sono molteplici: è estremamente duttile, non richiedendo attenzione o concentrazione, aggira le resistenze della mente razionale; inoltre, funziona su tutti.

La comunicazione non verbale e il simbolismo comunicazionale nell’ipnosi Dinamica, sono sistemi induttivi e affascinanti.
Il corso insegna come utilizzare questo meraviglioso metodo che esclude la parola e fa di un segno e di un gesto un potente strumento di comunicazione nei procedimenti ipnotici.
Esprimere durante una induzione ipnotica i contenuti simbolici dei tre segni geometrici Asta, Cerchio, Triangolo, che rappresentano potenti archetipi, paterni, egocentrici e materni, vuol dire adottare una chiave di accesso rapida e diretta per stimolare l’emotività del soggetto.
L’allievo, tramite il test simbolico, potrà scoprire la propria e altrui chiave di accesso alla sfera emotiva così da indurre in tempi brevi lo stato di ipnosi.

L’ipnosi Dinamica nella regressione è il metodo più efficace per far regredire il soggetto nel proprio passato per identificare la causa dei propri vincoli/turbamenti. Con questo metodo è il soggetto stesso che orienta Se stesso o l’operatore verso la corretta identificazione di questa causa. una collaborazione attiva che porta a scoprire il cosidetto ANTEFATTO e il periodo in cui si è verificato l’evento traumatico causa della sofferenza di oggi.

Il corso tratta in termini scientifici e divulgativi, le tecniche induttive non verbali, dell’ipnosi comunicazionale, dell’ipnosi Dinamica e dell’autoipnosi.

DESTINATARI

Questo Corso è rivolto a tutti coloro che, per interesse o per professione, vogliono apprendere la metodologia base dell’Ipnosi Dinamica ©. Grazie ad una didattica speciale e a finalità diverse da quelle di tipo clinico, è possibile insegnare a tutti gli appassionati come entrare in contatto con il nostro e l’altrui inconscio per conoscerci meglio e sviluppare potenzialità nuove.

I percorsi formativi sono aperti a tutti gli interessati. Le procedure presentate sono legate a profili comportamentali e non clinici, e non autorizzano all’esercizio della professione dello psicologo o all’esercizio della psicoterapia ai sensi della legge 56/89.

La formazione integrale qualifica l’allievo all’uso sia personale che professionale dell’ipnosi Dinamica e delle Discipline Analogiche per una efficace comunicazione con se stessi e con l’ambiente e per lo sviluppo del potenziale umano e di una filosofia di vita fondata sul Sistema Emozionale Empatico.

FORMAZIONE IN IPNOSI DINAMICA

La formazione si compone di quattro master.

1° MASTER: L’IPNOSI COMUNICAZIONALE diviso in due corsi

1°- CORSO Ipnosi Comunicazionale; Corso base, La Comunicazione Analogica Non Verbale.  28  ore.

Metodi di comunicazione efficace per conquistare il consenso e l’assenso nelle relazioni PRIVATE in ambito sentimentale e affettivo e nelle relazioni PROFESSIONALI in ambito lavorativo, vendita, creatività, sostegno, aiuto.

Il Corso permette di avere una conoscenza globale sulla comunicazione integrata per poter gestire le relazioni usando, contemporaneamente, la Comunicazione non verbale, la Comunicazione Simbolica e la Comunicazione Analogica.

La Comunicazione non verbale – strumento operativo

La CNV permette di evidenziare, in tempo reale, tutti i carichi tensionali vissuti dall’interlocutore, i segnali di rifiuto e di gradimento relativi alla comunicazione informativa, oggetto della relazione.

La conoscenza della comunicazione non verbale permette di scoprire i segreti più intimi di se stessi, delle persone care e dei propri interlocutori.

La Comunicazione Simbolica – strumento operativo

Il Simbolismo permette di identificare la tipologia comportamentale dell’individuo attraverso le forme geometriche dell’Asta, del Triangolo e del Cerchio, che rappresentano le chiavi di accesso all’emotività.

Scoprire la tipologia comportamentale dell’individuo significa trovare la chiave di accesso alla sua sfera intima o inconscio e ai suoi problemi, al fine di ottenere risposte efficaci nell’interazione comunicativa.

Comunicazione Analogica per ottenere il consenso – applicativo

La comunicazione analogica è l’uso consapevole dei linguaggi emotivi di comunicazione non verbale e comunicazione simbolica che opportunamente utilizzati permettono di persuadere e coinvolgere emotivamente l’interlocutore. L’obiettivo è quello di offrire un servizio emotivo in cambio di un servizio oggettivo; il potenziale di persuasione e di seduzione sarà conforme alla qualità e quantità del servizio emotivo reso dall’operatore al proprio interlocutore.

 

PROGRAMMA DIDATTICO:

- Elementi di comunicazione Analogica

- L’emisfero razionale e quello inconscio / emotivo

- L’Intelligenza Emotiva e il suo linguaggio

- La Comunicazione Non Verbale: segnali di tensione, gradimento, rifiuto.

- Canali di CNV: la prossemica, la cinesica, la paralinguistica, la digitale

- Il linguaggio del corpo

- Tipologia distonica dell’Essere e dell’Avere

- Il simbolismo comunicazionale: la psicologia evolutiva, la formazione della personalità

- La personalità e i suoi conflitti

- Le dinamiche psicologiche del coinvolgimento: scoprire come e perché ci si innamora

e disinnamora

- La comunicazione ipnotica: la persuasione la seduzione

- La comunicazione Analogica: come ottenere il consenso e utilizzo finalizzato agli obiettivi.

 

2°- CORSO: Ipnosi comunicazionale: Corso Superiore di Comunicazione Analogica.  28 ore

Metodi di comunicazione efficace per conquistare il consenso e l’assenso nelle relazioni private in ambito sentimentale e affettivo e nelle relazioni professionali in ambito lavorativo, vendita, creatività, sostegno, aiuto.

Il corso studia, dall’origine allo sviluppo, all’espressione finale, la tipologia comportamentale dell’individuo; questa si forma sulle relazioni significative e sui traumi affettivi subiti nella fase infantile e adolescenziale e si esprime con particolari modelli di comportamento che l’individuo proporrà in tutte le sue scelte e le sue motivazioni.

I modelli comportamentali che adottano i genitori nei confronti del figlio, e nella relazione di coppia tra loro, determinano la tipologia dell’individuo e gli agganci emotivo-comportamentali che avrà nelle relazioni significative della sua vita.

Il corso insegna ad identificare il tipo di comportamento opportuno che l’esperto di Comunicazione Analogica deve adottare nei confronti di ogni singolo interlocutore in qualsiasi tipo di relazione.

Se il segno e il gesto rappresentano il potere dei Linguaggi Emotivi Non Verbali, la Comunicazione Analogica rappresenta il potere del comportamento e della ristrutturazione motivazionale.

 

PROGRAMMA DIDATTICO

- Le tipologie comportamentali

- Le strutture basi e le strutture alterate: le contraddizioni tra comportamento e sentimento

- Il comportamento espresso dalla tipologia genitoriale

- Il comportamento espresso dalla tipologia egocentrica, maschile e femminile

- La triade relazionale

- I ruoli comportamentali, il regista, l’elemento di verifica, l’adulto significativo.

- Tecniche di insegnamento sulle strategie relazionali di comunicazione analogica

 

2°MASTER: L’IPNOSI DINAMICA O BENEMEGLIANA - L’Ipnosi Dinamica 56 ore (l’ipnosi che ti permette di comunicare con la tua Intelligenza Emotiva “l’inconscio” impostando un negoziato analogico)

1° PARTE. Il corso tratta in termini scientifici e divulgativi, tecniche induttive non verbali.

La conoscenza dei tre linguaggi emotivi permette di utilizzare, rapidamente, stimolazioni subliminali nella fase induttiva ipnotica e nella successiva fase di pilotaggio. Le richieste fenomenologiche saranno espresse dall’operatore secondo la tipologia psicologica di appartenenza del soggetto. Il test  simbolico della personalità consente all’operatore di impostare una comunicazione diretta con la sfera emotiva della persona.

 

PROGRAMMA DIDATTICO

- Storia evolutiva dell’ipnosi da Mesmer ai giorni nostri passando da S. Freud e M. H. Erickson.

- Ipnosi dinamica: strumenti di induzione non verbale

- Ipnosi dinamica: sistema energetico, sistema simbolico

- Ipnosi Analogica: le opposte polarità

- Ipnosi fenomenologica, ipnosi regressiva, ipnosi progressiva

- I codici di meta comunicazione

- La fase di pilotaggio integrata. Le verifiche subliminali e razionali

- L’autoipnosi: come comunicare con il nostro inconscio.

- Esercitazioni con il docente

- Esercitazioni a coppie su induzioni programmate.

- L’autoipnosi: come comunicare con il nostro inconscio.

 

2° PARTE l’Ipnosi Dinamica  

Le tre istanze che governano la mente umana: Libertà, Coscienza, Sogno.

Benessere è qualità della vita. Ristrutturazione motivazionale e riequilibrio emozionale.

Vivere in armonia con se stessi è l’obiettivo che ogni individuo vorrebbe raggiungere.

Il percorso è rivolto a tutti coloro che intendono acquisire una profonda conoscenza dell’evoluzione dei problemi dell’uomo, della genesi alla crescita sino alla loro manifestazione nella vita quotidiana (ansia, panico, angoscia, disistima, rabbia e rancori, paura dell’abbandono affettivo, insicurezza, non accettazione di se stessi, incapacità autorealizzativa).

 

PROGRAMMA DIDATTICO

Aggiornamento sulle tipologie genitoriali

La classificazione dei problemi dell’uomo:

I conflitti: natività, accettazione, dipendenza

I complessi: rifiuto, vergogna, condizionamento

Il difetto di ruolo e di espressione

I sigilli: abbandono affettivo – sensi di colpa – disistima – timore del giudizio

La ristrutturazione motivazionale il riequilibrio emozionale:

Intesa – Negoziato analogico – Servizio – Verifica.

                                                                  

3°  MASTER IN FILOSOFIA ANALOGICA  L’Uomo e i suoi problemi: la felicità è poter perseguire i propri sogni in piena libertà e in pace con la propria coscienza.

FILOSOFIA ANALOGICA: Modello mediante il quale conoscersi e conoscere a fondo, sapersi e sapere ascoltare e soprattutto imparare a governare il sistema –  L’INCONTRO TRA LA NOSTRA RAZIONALITÀ E LE PROPRIE EMOZIONI.

Riconoscendo l’importanza e l’influenza della sfera emozionale nel comportamento umano, la prassi analogica ed i relativi principi teorici costituiscono i fondamenti della Filosofia Analogica: con essa si intende anzitutto un sistema organico di conoscenze relative ai dinamismi dell’inconscio ed alle modalità di comunicazione con esso, mediante le quali l’individuo può meglio conoscere se stesso liberandosi da vincoli che gli impediscono di vivere serenamente ed efficacemente i suoi rapporti con la realtà esterna, gestendo e superando le difficoltà della vita quotidiana.

 

PROGRAMMA DEL CORSO:

- Origini della Filosofia Analogica e sue caratteristiche

- Le tipologie analogiche e i dinamismi relazionali secondo la Filosofia Analogica (aspetti fondamentali)

- I principi non negoziabili dell’individuo secondo la Filosofia Analogica: principi di Libertà, Sogno, Coscienza.
IL PENSIERO DI LIBERTÀ: decidere senza conflitti

- Genesi del problema di Libertà: il conflitto genitoriale e la relativa Profezia

- La dinamica del problema di Libertà : la Sindrome di Giulietta e Romeo

- I sigilli genitoriali

- La volontà e il coraggio, l’apatia e la paura e la gestione analogica degli ostacoli
IL PENSIERO DI SOGNO: desiderare senza conflitti

- Genesi del problema di Sogno: il conflitto con gli altri e la relativa Profezia genitoriale

- La dinamica del problema di Sogno: la Sindrome di Dante e Beatrice

- I sigilli del sogno

- La motivazione e la demotivazione e la gestione analogica della conquista
IL PENSIERO DI COSCIENZA: vivere senza paure le scelte e le emozioni della vita

- Genesi del problema di Coscienza: il conflitto con se stessi e la relativa Profezia genitoriale

- La dinamica del problema di Coscienza: la Sindrome del Dott. Jackhill e Mr. Hide

- I sigilli della Coscienza

- Giustificazione e non giustificazione

- Dal problema ordinario (di tipo originario/artificiale) alla condizione sintomatica: dalla   dissociazione alla scissione

- Il pentimento, il demerito e l’indegnità, i rancori e la gestione delle incapacità
OLTRE LA LIBERTA’, IL SOGNO E LA COSCIENZA

- Le quattro fasi evolutive del problema

- Il Sospetto, il Difetto, il Dubbio, la Paura e l’Ossessione

- Il Turbamento Base e il Turbamento Relativo

- La compressione e decompressione del turbamento

- La dinamica dell’emulazione del mito genitoriale

- Concetti di Specificità e Genericità

- Il Patto Scellerato tra Guardiano di Porta e Mastro di Chiavi

- Dal problema di Coscienza al problema di Libertà o Sogno: il problem solving Analogico

- Laboratorio esperienziale

Acquisire confidenza e intimità con la nostra istintualità e rovesciare il rapporto da sudditanza a scelta di come vivere le proprie emozioni è la nuova eccellenza nella frontiera del benessere.

 

4° MASTER LA FISIOANALOGIA

«LE CAUSE DELLA TRASFORMAZIONE DEL BENESSERE IN MALESSERE E DELLA SALUTE IN MALATTIA, SONO I RAMMARICHI, I RIMPIANTI, I RANCORI, LA RABBIA, I RIMORSI, FATTORI REATTIVI DELLA MENTE DELL’INDIVIDUO COMPORTANTI IL CONFLITTO CON SE STESSO. UNA SORTA DI RABBIA DISTRUTTIVA PRIMORDIALE CHE VA AD ATTACCARE L’INDIVIDUO NEL SUO PENSIERO E NELLA SUA FISICITÀ,SINO ALL’ODIO CON SE STESSO. DI UNA PROFONDITÀ TALE DA ALTERARE IL PENSIERO CON L’ABERRAZIONE E LA FISICITÀ CON LA MALATTIA».

Stefano Benemeglio 4.5.2015 Roma

Esiste un legame sottile che lega il pensiero al corpo. Un legame invisibile, spesso di difficile interpretazione, ma capace di produrre effetti incredibili la dinamica responsabile è la relazione mente corpo e di arrivare a manifestarsi all’occhio umano, divenendo tangibile, quando raggiunge la sua massima espressione.

Le nuove frontiere del benessere spingono a guardare oltre ai traguardi che la medicina tradizionale ha fino ad oggi raggiunto, dando rilievo ai molteplici fattori di influenza esterni che contribuiscono a rendere l’individuo sensibile e suscettibile a malattia. Fattori ambientali, fattori sociali, ma soprattutto fattori emozionali, giocano infatti un ruolo importante nei meccanismi che conducono all’origine di somatizzazioni funzionali (attacchi di panico, ansia, angoscia, paure infondate, fobie, etc.) e di malattie organiche espressione massima di sofferenza interiore.

Stefano Benemeglio, psicologo e ricercatore nel campo del comportamento umano, si inserisce in questo contesto conducendo studi e ricerche che lo portano a definire la relazione che lega la mente e il corpo in qualità di “analogia”, convinto che ciò che realmente leghi la manifestazione corporea di una determinata malattia organica o somatizzazione funzionale alla mente psichica, sia di matrice emozionale e riconducibile al vissuto dell’individuo e ai momenti di maggior sofferenza che lo hanno caratterizzato.

Mente e corpo sarebbero quindi legati dal filo sottile del malessere e del disagio dato dai conflitti non risolti che, rimasti chiusi per troppo tempo, finiscono con l’esplodere in forme di manifestazione devastanti e chiaramente visibile agli occhi. Quasi come ci fosse la necessità da parte dell’emotività interiore di ciascun individuo di manifestarsi ed essere ascoltata, indipendentemente dalla propensione o meno dell’individuo stesso di porle attenzione.

Ad una parte emotiva non ascoltata, tenuta nascosta e repressa, non resta altro che lo sviluppo della malattia quale unica via per catalizzare l’attenzione dell’individuo. In questo modo, il disagio celato diviene finalmente visibile ed esposto alla luce del sole.

È quindi, secondo le teorie benemegliane, il tentativo di reprimere la sofferenza del passato ad essere la causa originaria del disagio contingente, il tentativo di tener dentro rancori, rabbia, sofferenza a muovere il meccanismo della malattia che affligge l’individuo e che è oggi al centro del suo mondo.

Il sintomo è l’unico modo per la parte emotiva ferita di manifestare la sua esistenza, l’unico modo per far sentire la sua voce, per richiamare l’individuo ad affrontare i suoi turbamenti affinché il futuro non sia il risultato di un passato irrisolto e di aspettative frustrate, ma un terreno pronto ad accogliere i frutti migliori.

Il corso consente di guardare la realtà sotto un diverso punto di vista, a molti spesso sconosciuto, capace di arricchire l’Uomo nella sua essenza poiché in grado di consentirgli la comprensione delle proprie ed altrui esigenze emotive e sentirsi così sempre più vicini al raggiungimento del grande traguardo della felicità.

Essere operatori analogici significa possedere la capacità di divenire registi della propria vita nonché di padroneggiare con maestria l’arte di comunicare attraverso il linguaggio delle emozioni.

Ogni modulo e sottomodulo sono dei percorsi formativi brevi di varia durata che già da soli portano dei risultati tangibili.
La nostra didattica li collega in maniera tale da massimizzare il risultato finale in maniera moltiplicativa.

 

L’Istituto Emotivia in collaborazione con la U.P.D.A. rilascia l’Attestato di Formazione in CONSULENTE ANALOGICO – ANALOGISTA

ALTRI CORSI E MASTER COMPLEMENTARI: 

-       L’ipnosi tradizionale

-       L’autoipnosi Dinamica: la creazione dei simboli mentali per trasformare la paura in azione.

I corsi di formazione vengono tenuti nei weekend

Per informazioni e iscrizioni Valter Gentili Tel. n. 011.23.59.505,  cell. 334.320.97.96

info@emotivia.it    www.emotivia.it

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi